BERETTA  52 S

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sulle orme del successo commerciale del modello ‘952 (discendente diretta della ‘951) la Beretta,stimolata dalla mancanza negli anni ’60 di pistole puramente agonistiche per le gare di pistola grosso calibro, produsse il modello ‘952S.

Essa non fu che una versione leggermente elaborata della precedente, usando mire posteriori regolabili, mirino anteriore montato su ghiera amovibile e guancette in noce con impugnatura semianatomica.

Ne furono prodotti relativamente pochi esemplari (circa 1000) e per il mercato estero , oggi risulta essere un esemplare abbastanza raro.

Alla prova su linea di tiro però, nonostante il calibro risulti sempre essere il preciso e costante 7,65 parabellum, il modello ‘52S non risulta essere più competitivo del mod. ’51 anzi.

Forse dovuto ad una minore accuratezza di lavorazione e di assemblaggio, ad uno scatto non netto né“cristallino”, il risultato (quattro 9 ed un dieci larghi) appare inferiore a quello di tante altre armi comuni e quindi nel rapporto prezzo/qualità, fascino ed accuratezza meccanica, il voto della Pagella  è 6=

 

Sei qui: Home News Storia e collezionismo Le pagelle di A. Lucchini - Beretta 52 S

Contatti